c'è un intruso!

c'è un intruso!
come fregare il cacciatore

domenica 16 maggio 2010

...SI CONTEMPLA SAN CIRILLO...

In una delle versioni dei Misteri goliardici (per alcuni parte della Messa goliardica, per altri opera a sé) nel primo mistero lussurioso si contemplava appunto questo santo che con il lingam "fatto a spillo" praticava la sodomia sui microbi (sinite parvulos, si vede che per certi pervertiti più piccoli sono e più gusto c'è).
Non è chiaro se si trattasse di uno dei cinque + uno Cirilli martiri (l'ultimo, del 1934, un po' sospetto, avendo a che fare con la guerra civile spagnola), dei quattro vescovi (Gerusalemme, Alessandria, Treviri, Antiochia), di quello di Costantinopoli o di quello che col fratello Metodio evangelizzò i popoli slavi (da cui l'alfabeto cirillico). Considerato l'"acume" con cui si accanì contro Nestorio, arcivescovo di Costantinopoli nel 428, sulla questione se la Madonna fosse madre di Cristo o madre di Dio (sul sesso degli angeli ci si sarebbe accapigliati alcuni secoli dopo), propenderei per Cirillo d'Alessandria.
Questo Cirillo, oltre che per questioni teologiche sottili, era noto per sete di potere, amministrato da un vero esercito privato di monaci fanatici, i cosiddetti parabolani (formalmente dei barellieri-infermieri) e per l'invidia feroce nei confronti di Ipazia, filosofa neoplatonica, matematica, astronoma (alle sue indicazioni si deve la costruzione dell'astrolabio e dell'idroscopio), un personaggio assolutamente eccezionale. Tanto che con spirito cristiano Cirillo la fece uccidere nel 415 in maniera atroce dai suoi parabolani scatenati: la scarnificarono viva staccando la carne dalle ossa con conchiglie o cocci e le strapparono gli occhi prima di farla a pezzi e bruciarne i resti, poi si accanirono contro la sua biblioteca distruggendo tutto quello che trovarono. Con un po' di corruzione il caso, dopo l'apertura di un'inchiesta, fu archiviato (prescrizione breve). Cirillo fu poi (1882) proclamato dottore della Chiesa da papa Leone XIII.

La domanda è: non sarebbe giusto che la Chiesa nella sua attuale opera di pulizia degli armadi dagli scheletri contenutivi cominciasse a dare una ripulita anche al database dei santi e sbattesse fuori dal calendario (se non dalla tomba) indifendibili pezzi di merda come questo (le notizie sono tutte confermate da contemporanei cattolici) e (ma sarebbe troppo) proclamasse invece santa ad honorem e martire Ipazia, come avvenne durante l'Illuminismo?

Per chi volesse approfondire la questione sono facilmente reperibili:
- il film Agorà, di Alejandro Amenabar, 2009
- i libri Ipazia muore di Maria Moneti Codignola, La Tartaruga, 2010 (già pubblicato da Longanesi nel 1999, col titolo Ipazia e la notte con lo pseudonimo di Caterina Contini); Ipazia. Vita e sogni di una scienziata del IV secolo di Adriano Petta e Antonino Colavito, La Lepre, 2009; Ipazia. Donna colta e bellissima fatta a pezzi dal clero di John Toland, Clinamen, 2010.

4 commenti:

luxus ha detto...

seeeee... troppa grazia, per una congrega di misogini come quella.

Zio Scriba ha detto...

sottoscrivo tutto, ma come si può sperare che un indifendibile pezzo di merda come il nazista maledetto sedicesimo (che per le parole criminali dette in Africa contro il preservativo avrà sulla coscienza un olocausto peggio di quello hitleriano) si metta a fare pulizia?

Comunque, ripeto, ottimo post, come mi piacciono le persone che usano senza paura le parole che CI VOGLIONO!

fizzi ha detto...

bel post,mi è piaciuto moltissimo.Mi è venuta voglia di prendere a calci qualsiasi maschio che che mi sta attorno, cosi 'in via preventiva..

HYDRA. ha detto...

Bell'intervento, condivido! Ho visto Agorà... assistere alla distruzione di tutte quelle opere del sapere antico mi ha spezzato il cuore...

Il mondo dovrebbe essere gestito dalle Ipazie del nostro secolo...