c'è un intruso!

c'è un intruso!
come fregare il cacciatore

venerdì 10 settembre 2010

UN'ALTRA MODESTA PROPOSTA


Il Parlamento Europeo ha approvato il testo finale per la Direttiva 86/609 che regolamenta l'utilizzo degli animali per fini scientifici. Il testo proposto nella sua prima versione del novembre 2008 era piuttosto innovativo, con parecchi punti migliorativi per la tutela e il benessere degli animali da laboratorio; nel corso dei mesi il testo è stato modificato attraverso vari passaggi peggiorativi in quanto le lobby vivisettorie e industrial-farmaceutiche hanno saputo condizionare le scelte politiche per ottenere maggiore libertà e minori restrizioni nel ricorso al modello animale. Questi gli articoli più negativi:
- possibilità di ricorrere, anche se in deroga, a gatti e cani randagi (in Italia tale pratica è vietata dal 1991)
- possibilità di utilizzare specie in via di estinzione e/o catturate in natura (compresi i Primati e in particolare le grandi scimmie)
- ricorso a soppressione per inalazione di anidride carbonica come metodo di uccisione di riferimento, definito dalla legge "umanitario" ma che in realtà, come riconosciuto scientificamente, provoca alti e prolungati livelli di sofferenza
- possibilità di effettuare esperimenti senza anestesia anche per esperimenti altamente dolorosi.
Ulteriori informazioni e approfondimenti agli indirizzi:
Tra i parlamentari italiani si sono espressi contro: Rita Borsellino (PD), Cristina Muscardini (area Fini), Crescenzio Rivellini (Pdl), Tiziano Motta (UDC) e Clemente Mastella (UDEUR), oltre ai Verdi europei e all'IDV.
A favore (con qualche preoccupazione) Elisabetta Gardini (Pdl) e Paolo De Castro (PD), presidente della Commissione agricoltura del Parlamento europeo, per il quale è stato "raggiunto un buon compromesso su un testo ragionevole nel rispetto delle esigenze scientifiche" (sic), in questo d'accordo con il presidente degli imprenditori di Farmindustria, Sergio Dompè, che ha definito l'approvazione "un risultato importante, pienamente condiviso dall'industria farmaceutica" (non ne dubitavamo). (In previsione di prossime elezioni annotatevi il nome di questo De Castro, nel caso ci fossero da esprimere preferenze...)
La "modesta proposta" di cui al titolo mi è stata suggerita dal commento di Claudio all'articolo del Fatto Quotidiano":
"Però a pensarci bene, dal punto di vista scientifico è innegabile che sarebbe più utile usare esseri umani al posto degli animali. Per il PROGRESSO SCIENTIFICO propongo di usare esseri umani di serie B, sono inutili e ce ne sono tanti. Tanto il dolore degli altri noi non lo sentiamo"
Gardini, De Castro, Dompè... e l'elenco potrebbe diventare molto lungo.
Le foto sono tratte da "Crimini nascosti - Mostra fotografica sulla vivisezione". Se avete stomaco sufficiente potete visitarla all'indirizzo: http://www.novivisezione.org/mostra/

4 commenti:

Zio Scriba ha detto...

Appoggio modestamente la modesta proposta. L'insensibilità, o la cinica crudeltà, nei confronti del dolore causato agli animali, fa venir voglia di imbracciare un mitra. Provo allora a sdrammatizzare l'argomento sofferenza con zioscribesca battuta (che altro non è che il ribaltamento, alla Luttazzi, di una notizia vera):
"Secondo uno studio di tre aragoste, gli scienziati non provano dolore quando vengono bolliti vivi".

HYDRA ha detto...

Quale orrore! Quando ho letto la notizia mi è venuto il mal di stomaco. Anni di lavoro per poi approvare una porcata.

Anonimo ha detto...

sono furibonda,giusto Hidra, anni di lavoro buttati via.
Dompe'... qualche suo parente è chirurgo plastico, potessi farlo indagherei .Sono quelli che hanno un sacco di bisogno di vacanze in resort di lusso, di Suv, e magari un rolex, che l'ultimo ha preso la ruggine...
@ zio: appoggia senza modestia,appoggia, che c'è n'è un gran bisogno di appoggi intelligenti e costruttivi.
GRAZIE TULLIX.
francesca

Anonimo ha detto...

Non ho molte parole, solo una gran rabbia inesprimibile.
Lidia