c'è un intruso!

c'è un intruso!
come fregare il cacciatore

sabato 18 dicembre 2010

Corsi e ricorsi


E adesso ci tocca risentire nei dibattiti il solito refrain: "vanno bene le manifestazioni pacifiche, ma la violenza no, va isolata e respinta in maniera netta, eccetera". Il che poi diventa un bell'alibi per non starli ad ascoltare, gli studenti. I quali sono mesi e mesi che protestano, manifestano, occupano, presidiano, inventano provocazioni senza che nessuno dei responsabili della cosiddetta riforma (in senso privatistico) si degni di ascoltare le loro ragioni, che sono poi le ragioni della loro vita e del loro futuro in primo luogo e poi della vita e del futuro di tutti (o vogliamo finire in uno squallido orrore di CEPU?). Voi non sareste vagamente incazzati ed esasperati? Non vi verrebbe voglia di mandare all'aria tutto?
(Considerazione estetica ed etico-politica: ma vi siete accorti come in poco tempo - grazie anche alla stupidità del governo - quelli che sembravano branchi di bamboccioni omologati sono diventati "belli", determinati, arrabbiati, sempre più coscienti e dialettici? Speriamo che questa volta non si facciano fregare...)

6 commenti:

Zio Scriba ha detto...

Concordo, soprattutto sulla considerazione finale, anche se continuo a preferire l'immane, geniale, portentosa violenza intelligente del giorno in cui gli studenti fronteggiarono gli scudi e i manganelli degli sbirri ignoranti con cartelli colorati che contenevano titoli di libri. Non ottennero nulla? Credo che ancor meno otterranno tirando sassi. Ma mi piace pensare che l'immagine coi titoli di libri rimarrà nel ricordo dei posteri anche fra qualche migliaio di anni, mentre le scene di violenza fisica verranno ammucchiate e confuse con mille altre brutte scene troppo simili: politiche, religiose e persino calcistiche!

Luca and Sabrina ha detto...

Siamo tutti esasperati, ma quelli al potere preferiscono ignorarlo e fanno finta di non capire. Serve una rivoluzione intelligente, non violenta, ma che sia una vera rivoluzione.
Ti abbraccio
Sabrina&Luca

fizzi ha detto...

i ragazzi sono stati meravigliosi!
Gli altri quelli "adulti"no, per nulla, uno schifo, il solito schifo.
Sulla violenza….quale? quella dei poliziotti? quella degli "assunti"dai padroni dei poliziotti? ma per favore…
Comunque ,se ti menano con i manganelli viene d'istinto poi ripagare. Chi ha cominciato per primo?
Io provo sentimenti tali che mi portano all'isolamento totale,mi riparo come posso,anche perchè queste storture non sono le uniche che mi riempiono la vita e sono stanca.Zio, le scene di violenza restano, sta a noi non confonderle,sta a noi metterle in ordine e non permettere che vengano ammucchiate a cazzo, che dici?
Luca e Sabrina vi abbraccerei se vi avessi qui.

fizzi ha detto...

Ho dimenticato di dire a Tullix che la cosa che ha messo mi è piaciuta,non conosco nulla di quel periodo e imparare, conoscere lo sai che per me è importante. Certo erano duretti eh...

Tullix ha detto...

Duretti sì ("quando il gioco si fa duro, i duri entrano in gioco") ma senza dimenticare l'ironia: http://www.youtube.com/watch?v=eqFi8o7d8uY

Sleeper ha detto...

Prima di tutto la nuova grafica è molto bella e il gatto nero è un amore.

Concordo con zio nel dire che queste manifestazioni non mi trovano d'accordo solo nel momento in cui la violenza si riversa sui monumenti, sulle proprietà e sul lavoro di altri cittadini perché alla fine si fa sempre e solo del male a noi stessi, se proprio bisogna essere violenti (e non credo sia necessario) cerchiamo di esserlo contro chi se lo merita davvero.

Discorso sulla "violenza" a parte, è ora che l'Italia si svegli, credo sia positivo un po' di "movimento"

Un saluto:)