c'è un intruso!

c'è un intruso!
come fregare il cacciatore

martedì 20 aprile 2010

Ma come si fanno i taralli veramente?


Questi della foto li ho fatti l'anno scorso,sembrano anche buoni,in realtà erano armi improprie,durissimi ,ci si poteva armare una fionda.e andare a far danni in giro.Avevo messo  lievito secco ma forse poco.non saprei.. erano anche pesantissimi,
 la mia storia col tarallo è difficile,la prima volta mi vennero buonissimi, avevo trovato la ricetta in un libro di cucina, senza lievito, impasto classico (olio e vino bianco) bollitura delle ciambelline prima di infornare.
Poi ho cercato in rete ( volevo perfezionare l'arte) ho trovato due scuole di pensiero,una simile alla mia, l'altra che invece aggiunge lievito,qualcuno propone un riposo di 12 ore prima della cottura.
Altri neanche li fanno bollire prima del forno. e questa mi pare proprio una follia..
Ho guardato gli ingredienti dei taralli confezionati e pure li' il lievito  è random Un pò si e un pò no.
Vorrei rifarli, ma vorrei una ricetta perfetta, di quelle che ti segni nel quaderno di casa e tramandi ai posteri, ma soprattutto vorrei capire la storia del lievito, ci sarà un perchè se qualcuno lo mette , ci saranno modalità segrete?




Ma e' un segreto  sul serio?

4 commenti:

anna ha detto...

Ciao fizzi, sono anna
Ho letto il tuo messaggio, ma mi trovi un poco impreparata.
Non ricordo se li ho mai fatti, forse tanto tempo fa.
Se mi lasci un poco di tempo provo a cercarti una ricetta che dia buoni risultati.
Solo un poco di pazienza, va bene?
A presto

fizzi ha detto...

Grazie,certo che aspetto, aspetteranno anche le bocche affamate e golose che mi girano attorno...

HYDRA. ha detto...

Mi aggiungo alla lista d'attesa.

anna ha detto...

Fizzi, l'ho postata qui.
Non so se sono come li volevi, spero che vadano bene.
Ciao!