c'è un intruso!

c'è un intruso!
come fregare il cacciatore

venerdì 8 ottobre 2010

L'ORRORE AI TEMPI DI BERLUSCONI



Ci sono persone che invecchiano bene, tanto che difficilmente te ne accorgi, specie se riescono a culturalizzare il fascino e con questo mettono in secondo piano le ingiurie del tempo. Altre entrano in disfacimento già in tenera età e a nulla valgono trucchi e interventi di chirurgia plastica.
Prendiamo ad esempio Michela Vittoria Brambilla, nata a Calolziocorte il 26 ottobre 1967 e attuale ministro del Turismo e coordinatrice dei Team (squadre) della Libertà, ex Miss Romagna e Miss Eleganza Emilia 1986 e modella per calze Omsa. Ospite a "Ballarò" martedì 5 ottobre, è stata accuratamente inquadrata in primo piano da impietosissime telecamere sulle riprese delle quali non è possibile intervenire come con Photoshop sulle fotografie: e si sono visti cedimenti guanciali, stiramenti labiali, grigiori epiteliali, rughe canyonali e pieghe abissali; ma il massimo dell'orrore si è manifestato quando passandosi vezzosamente una mano tra i capelli ha rivelato delle orecchie ad attacco basso, puntute e divergenti. E' stato in quel momento che si è capito che Michela Vittoria Brambilla non è un essere umano ma una banshee, cioè una sorta di spirito urlante dei miti irlandesi, come quello rappresentato nell'immagine in alto, il cui grido ha la capacità di uccidere all'istante. "Si narra che le banshee si aggirino durante la notte nei pressi delle abitazioni dove è presente un moribondo, e strizzano i sudari di colui che è destinato a morire. Sebbene le Banshee siano descritte belle da qualcuno e orribili da altri, tutti convengono che c'è qualcosa di terrificante nel guardarle" (cit. da Wikipedia).
Daniela Garnero, in arte Santanchè, nata a Cuneo il 7 aprile 1961, socia del Billionaire insieme a Marcello Lippi (!), Paolo Brosio (!!), Flavio Briatore (!!!) e Lele Mora (!!!!) - e stendiamo un velo (islamico) pietoso sul resto - è stata invece ospite ad "Annozero" giovedì 7 ottobre. Qui si è avuto modo di constatare come il faticoso e barocco lavoro dell'ex coniuge si stia irrimediabilmente disgregando: in particolare il naso alla Michael Jackson, frutto di disgraziati e accaniti interventi rinoplastici, è ormai irrimediabilmente destinato a declino e caduta. Si è potuto notare impietosamente che le cartilagini triangolari (quelle alari sono oramai fottute) si stanno staccando dall'osso, conferendo al naso quella simpatica configurazione a becco tipica dei ghoul e delle lamie. I primi sono una specie di vampiro arabo e turco, maschio o femmina: "l'occupazione principale dei ghoul consiste nel battere le campagne, far abortire le donne incinte, succhiare il sangue dei giovani, divorare i cadaveri, urlare nel vento, aggirarsi fra i ruderi, gettare il malocchio, provocare sventure"(cit. da Dictionnaire infernal di Collin de Plancy). Le lamie invece sono figure in parte umane e in parte animalesche, rapitrici di bambini e seduttrici di giovani uomini che adescano per poi nutrirsi del loro sangue e della loro carne. Pare un ritratto perfetto della soggetta in questione.

______________

P.S. A scanso di equivoci e per non essere tacciato di "razzismo estetico e antifemminista" ci tengo a precisare che le mie critiche altro fine non hanno che quello di porre un modesto margine all'autostima insopportabile di persone che si ritengono (e qualcuno ahimè ritiene) "strafighe" irresistibili.

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Caro Tullix,
è una descrizione magistrale delle più antipatiche Berlusconiane. Stia tranquillo, nessuno potrà accusarla di antifemminismo.
Girolamo De Vincentiis

Zio Scriba ha detto...

Rispetto a quelli reali questi tuoi mostri hanno però un difetto: sono fin troppo BELLI!

Zio Scriba ha detto...

p.s. dimenticavo: da me ti ha risposto, con grande cordialità, la Neo Edizioni in persona... mi permetto di dirtelo qui perché è un post ormai vecchio di sei giorni, e magari non ci saresti tornato...

fizzi ha detto...

c'è una foto su Repubblica di oggi,Tullix la trovi nelle bozze .sono troppo stanca per fare altro,ciao

Tullix ha detto...

@ Zio Scriba
Hai ragione sulla bellezza (purtroppo i mostri non sono miei, mi sono limitato a sceglierli). A riprova guarda anche il post successivo: non c'è limite all'orrore.
Grazie per la segnalazione su Neo, provvedo subito a contattarli.