c'è un intruso!

c'è un intruso!
come fregare il cacciatore

martedì 21 dicembre 2010

Vieni avanti, minorato

L'"onorevole" Maurizio Gasparri, finora noto per l'imitazione che faceva di Neri Marcorè e per il preclaro ma contraddittorio sguardo rivolto contemporaneamente al passato e al futuro, dopo essere riuscito il 14 dicembre ad alzare contro Fini il dito medio (segnandoselo prima col pennarello, come riporta www.spinoza.it) si è montato la testa e ora crede di essere Tom Cruise in Minority Report, il film di Steven Spielberg del 2002 tratto (con molte differenze, come sempre) da un racconto di Philip K. Dick.
La trama è nota: nel 2054 a Washington gli omicidi sono stati cancellati grazie a un sistema chiamato "precrimine" basato sulle premonizioni di tre precog, individui dotati di poteri di precognizione, una donna (Agatha) e due uomini (Arthur e Dashiell) (dai nomi di famosi autori di gialli): in questo modo la polizia riesce a impedire gli omicidi prima che essi avvengano e ad arrestare i "colpevoli", non punendo il fatto (che non avviene), bensì l'intenzione di compierlo e che porterebbe a concretizzarlo. Non sempre le previsioni dei precog coincidono: a volte Agatha, la precog più dotata, vede l'omicidio in modo diverso dagli altri due e tale versione prende il nome di "rapporto di minoranza" (da cui il titolo). La trama si sviluppa poi in maniera piuttosto complessa, ruotando essenzialmente sulla precognizione di omicidio del protagonista, interpretato da Tom Cruise e porta infine all'abbandono del sistema del "precrimine" e alla "liberazione" dei tre precog.
Ma Gasparri, evidentemente, non può essere andato oltre le prime scene (non è colpa sua, è che lo disegnano così): per questo deve essergli apparso geniale avanzare la sua proposta di arresto preventivo dei facinorosi da apposito elenco, confondendo il "Rapporto di minoranza" col "Rapporto da minorato" e i precog con i precoque (con riferimento allo stato di cottura dei residui neuroni dovuto al disperato sforzo di connessione).

5 commenti:

Zio Scriba ha detto...

Il gasparrI imitato da Marcoré riusciva a sembrare, per quanto pure lui minoratissimo, molto più umano e intelligente di quello vero. Col che, come direbbe Peppino a Totò, ho detto tutto!

Anonimo ha detto...

Io odio Gasparri

Girolamo De Vincentiis

fizzi ha detto...

un film meno complicato no eh?
Stiamo parlando di Gasparri,un essere pluricellulare anomalo essendo caratterialmente vicinissimo a un paramecio ciliato, e tu vai a scomodare quel parterre du roi ? ma pfffff…


@ anonimo : anche lei è anomalo visto che si firma,concordo vivacemente con lei.

Alberto ha detto...

Per qualche giorno, se possiamo, Gasparri lo lasciamo da parte.

Buone feste.

fizzi ha detto...

D'accordo facciamo tregua.
Grazie Alberto.